Finalmente è arrivata la primavera, una stagione ricca di colori, profumi e sapori.

La primavera esprime il risveglio della natura dal suo sonno invernale: esplosione di profumi e colori, giornate soleggiate, temperature miti… Ma attenzione, tutto questo ci può portare disturbi che vanno da un profondo senso di spossatezza a problemi di allergia ai pollini.

L’organismo fa fatica ad adattarsi a questi bruschi cambiamenti e i sintomi che esprime sono stanchezza, difficoltà di concentrazione, irritabilità, sbalzi di umore e ansia.

In questo caso ci può venire in aiuto l’alimentazione: in primavera abbiamo bisogno di elementi che funzionino da regolatori e stimolatori del nostro metabolismo, come: lo yogurt, da consumarsi ‘al naturale’ (senza zuccheri aggiunti), i legumi, perché contengono ferro, vitamine del gruppo B e proteine, ma anche l’avena, consumata ad esempio a colazione sotto forma di porridge.

Quest’ultima è, infatti, un regolatore della funzione intestinale ma contiene anche potassio, magnesio e Vit. B1, che svolge un’azione fondamentale per la salute delle nostre cellule nervose.

alimentazione in primavera

In primavera, i tipici segni di una carenza del complesso vitaminico B, ma più in generale di oligoelementi e di sali minerali, sono la stanchezza, il torpore agli arti e l'umore basso: allora avanti con i cereali integrali che sono ricchi di questi micronutrienti!

In questa stagione non dimentichiamo poi gli spinaci che contengono ferro, consigliati ma non in associazione ai formaggi, che contengono calcio, che a sua volta tende a far perdere il valore nutrizionale di questa verdura. Sarebbe meglio consumarli e condirli con succo di limone che esalta le loro proprietà nutrizionali e migliora la biodisponibilità del ferro in essi contenuto (inoltre il limone aiuta in situazioni di acidità gastrica).

In questa stagione dell'anno non dovrebbe mai mancare la frutta secca, per l'alto contenuto di vitamine del gruppo B, di manganese, di fosforo, di ferro e di magnesio. Al mattino aggiungiamo allo yogurt (o al porridge) della colazione anche noci, mandorle, pistacchi, anacardi e semi di zucca. Non dimentichiamoci ovviamente, anche in primavera, la frutta e la verdura fresca di stagione.

Altra vitamina estremamente importante in questo periodo è la D, che oltre ad aumentare le difese immunitarie, tiene alto l’umore: esponiamoci, quindi, quando possiamo al sole, meglio se facendo una bella camminata.

Per ultimo, ma non per importanza, ricordiamoci di assumere un buon quantitativo degli omega-3, che oltre a prevenire il rischio cardiovascolare, migliorano memoria e concentrazione: oltre al classico pesce azzurro, ne sono ricche le noci e l’olio di semi di lino (attenzione a conservalo in frigo e ad assumerlo a freddo!).

Ricordatevi che i consigli riportati qui sopra sono generici e che è sempre meglio evitare di prendere iniziative senza prima consultare un esperto. Ognuno di noi è unico di conseguenza anche il nostro fisico. Qualsiasi alimento non è buono per tutti. E' importante trattare il corpo rispettandone i tempi.

La nutrizionista Cristina Abati è disponibile per consulenze su appuntamento a Cesena al centro bio-estetico Nami

Vi aspettiamo al centro NAMI!
Telefono: 327 8990649
Email: namiemozioni@gmail.com
Passate a trovarci: siamo all'interno di Macrolibrarsi
a Cesena in via Emilia Ponente 1705