Il nostro corpo ha bisogno di attenzioni speciali per mantenere un buon stato di salute e su questo l’ayurveda può insegnarci tanto.

Per questa antica disciplina, l’armonia del corpo e della mente sono condizioni indissolubili.

E’ noto, ai molti maestri e medici ayurvedici, che per raggiungere uno stato di salute autentica, il corpo dev’essere in armonia con la Natura, la mente in armonia con quella del gruppo, e l’anima in sintonia con l’Anima Universale.

Più che un sistema terapeutico, l’ayurveda è uno stile di vita. Potrebbe, a ben pensarci, essere una delle poche arti che ci permette di cooperare e vivere in armonia con la Natura ma sappiamo anche che, per essere in totale accordo con essa, dobbiamo anzitutto andare al suo ritmo.

L’uomo moderno ha sempre molta fretta e non concede tempo al corpo di adattarsi ai cambiamenti. Ma è importante sapere che la lentezza è spesso parte integrante del rimedio. Nel tempo, integrando giorno dopo giorno il nutrimento (cibo) adatto alla nostra costituzione, praticando automassaggi e altri piccoli rituali che portano a un equilibrio, l’organismo ne trae giovamento. Si riduce, così, la vulnerabilità e si rafforza il sistema immunitario, al fine di prevenire l’insorgenza di nuove malattie.

“Se la radice dell’albero viene innaffiata regolarmente, allora vive un tempo più lungo. Allo stesso modo, se il corpo di un individuo è oliato regolarmente, vivrà per molto tempo libero da malattie.” Ayurveda Dipika

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
Telefono: 327 8990649
Email: namiemozioni@gmail.com

Partendo dalla radice della parola AYU= vita VEDA= scienza o conoscenza,

possiamo intuire che questa antica arte racchiude una conoscenza olistica della salute umana grazie all'applicazione pratica di rimedi, routine quotidiane e pensiero filosofico per il raggiungimento di un buono stato di salute. In qualsiasi terapia ayurvedica si tiene conto di tutti gli aspetti della persona e la valutazione è sempre basata sulla costituzione (PRAKRITI) di base della persona, ovvero l'equilibrio dei tre DOSHA (Vata, Pitta, Kapha). Quando essi non sono in equilibrio, insorgono squilibri, inestetismi e stati di malessere.

I Dosha rappresentano le tre forze vitali che formano il corpo e sono responsabili di tutte le funzioni dell'organismo.

VATA (aria) PITTA (fuoco) KAPHA (acqua) sono i tre Dosha che danno vita alla nostra costituzione fisica, essi infatti risiedono dentro di noi sin dalla nascita e secondo l'ayurveda la nostra tipologia costituzionale viene determinata dall'influsso maggiore o minore di queste tre forze vitali.

Ognuno di noi è quindi una combinazione unica di queste tre forze vitali, conoscerle ci permette di agire in maniera mirata e personalizzata su ogni squilibrio o inestetismo.

Clicca qui per scaricare il  TEST DI COSTITUZIONE

 

Autunno: la stagione del Dosha VATA

L'autunno è una stagione in cui l'elemento Aria (in sanscrito Vayu) è predominante, c'è più leggerezza, il clima diventa via via più freddo e umido mentre le nubi si avvicinano portate dal vento; è in generale un momento in cui Vata Dosha si aggrava ed è consigliabile equilibrarlo per evitare situazioni di stress.

Vata è infatti associato principalmente al sistema nervoso ma regola anche i livelli dei liquidi nell'organismo e le modalità con cui viene assimilato il cibo.

Nutrirsi e coprirsi bene. Se siamo soggetti Dosha Vata, siamo particolarmente sensibili all'umidità tipica dell'autunno. Dobbiamo fare, quindi, più attenzione in questo periodo, per non incorrere in: dolori articolari, stitichezza, secchezza della pelle, insonnia, solitudine.

Manteniamo il nostro corpo sempre protetto e ben nutrito, tenendolo caldo e assumendo cibi ricchi e nutrienti. In questo modo evitiamo il deperimento dei tessuti. Assumiamo, in questa stagione, cibi caldi e possibilmente cotti, i cui sapori devono prediligere l’acido, il dolce, il salato, il leggermente amaro.

Ad esempio: il salato è tipico delle verdure acquose come le zucchine, l’acido di arance e mele, il dolce della frutta matura come i cachi, degli ortaggi come le cipolle cotte, o dei cereali, il leggermente amaro di verdure come la cicoria.

Affrontare la giornata al meglio. Prima di fare colazione eliminiamo eventuali tossine presenti nella patina che si è formata sulla lingua nelle ore notturne, usando il nettalingua. Evitiamo così che esse possano tornare in circolo.

L’Ayurveda consiglia poi di iniziare la giornata bevendo acqua e limone a digiuno, per favorire la regolarità intestinale e supportare il sistema immunitario. Basta il succo di mezzo limone in un bicchiere di acqua tiepida da bere a stomaco vuoto.

Indossiamo abiti caldi e colorati.

Dedichiamoci ad attività fisiche leggere, allo studio e alla meditazione, praticando quotidianamente lo Yoga.

L'autunno è la stagione ideale per interiorizzare pensieri, emozioni ed esperienze.

Dopo i pasti, in questa stagione, è bene fare un breve riposo. Dedichiamoci ad attività serali rilassanti, come la lettura, l’ascolto di musica dolce, o lo stare in compagnia di amici piacevoli.

Prendiamoci cura del nostro corpo massaggiandolo con olio ayurvedico specifico.

Corichiamoci presto, entro le 22 e svegliamoci presto al mattino.

Il riposo diventa ancora più importante in questa stagione dell’anno. Dormire bene per una notte intera rafforza il sistema immunitario. Il riposo è importante per calmare il Dosha Vata che agita, in questo periodo, il corpo e la mente.

Riassumendo:

  • Iniziamo la giornata pulendo la lingua dalle tossine accumulate
  • Beviamo, a digiuno, un bicchiere di acqua e limone
  • Indossiamo abiti caldi e colorati
  • Assumiamo cibi nutrienti e, possibilmente, cotti
  • Dopo mangiato, cerchiamo di fare un breve riposino
  • Dedichiamo parte della giornata ad attività fisiche leggere, alla meditazione, alla pratica Yoga

  • Passiamo serate rilassanti, ascoltando musica dolce, leggendo, o in compagnia di amici piacevoli
  • Prendiamoci cura del nostro corpo massaggiandolo con olio ayurvedico specifico
  • Corichiamoci presto la sera ed alziamoci presto la mattina

Per raggiungere l'armonia è bene iniziare dal corpo, che è più stabile. Una volta che questo è sano ed equilibrato, diventa più facile armonizzare mente e spirito, che, in quanto eterei, sono difficili da rendere stabili.

Ma questa è un’altra storia…

Articolo scritto da Claudia Calonaci e Silvia Abati

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
Telefono: 327 8990649
Email: namiemozioni@gmail.com