Disintossicarsi e rinforzare le difese immunitarie per affrontare al meglio il periodo invernale: un obiettivo che si può perseguire in maniera naturale!

Il passaggio dall’estate all’autunno rappresenta un periodo di trasformazione.

Sono i giorni in cui la natura si prepara all’inverno. Gli alberi si liberano delle foglie ormai inutili che ingialliscono e cadono. La temperatura subisce un abbassamento, sensibile e progressivo. Ogni cosa si ritira lentamente, inizia il grande ciclo involutivo della natura. In questo periodo, la vegetazione va verso il riposo, passaggio necessario perché si attui la trasformazione che la porta a rigenerarsi in altre forme.La natura si disfa di ciò che è superfluo per affrontare al meglio la rigidità del clima invernale. Allo stesso modo, il nostro organismo va aiutato in questo processo di liberazione, attraverso un’efficace disintossicazione e stimolazione del sistema immunitario mediante specifici prodotti fitoterapici.

Vediamo ora nello specifico le erbe che possono aiutarci in questo periodo. Potete decidere di assumerle attraverso tisane e decotti oppure sotto-forma di gemmoderivati.

Per prevenire i problemi, da metà Settembre a metà Ottobre consiglio un’assunzione quotidiana. Da metà Ottobre a tutto Marzo si può passare ad un’assunzione due volte alla settimana. In caso di sintomi da raffreddamento, è bene tornare ad un’assunzione giornaliera.

Disintossicazione

In autunno i prodotti fitoterapici più indicati sono innanzitutto quelli che permettono la depurazione dalle tossine, e che sostengono gli organi emuntori (fegato, polmoni, reni, pelle) nel processo di eliminazione dei cataboliti, cioè degli "scarti" metabolici.

Tarassaco (Taraxacum officinale): chiamato anche “dente di leone”. Il fegato è il principale filtro di depurazione dell’organismo. Le principali tossine che il fegato deve metabolizzare derivano dalla maggioranza dei farmaci e dei loro residui, così come l’alcol, le sostanze tossiche ambientali. Anche il surplus di ormoni prodotti dal nostro organismo in caso di stress è metabolizzato dal fegato. Quando questo organo è alleggerito dalle tossine, il sistema immunitario lavora meglio e aumentano i livelli di energia vitale.

Rinforzare le difese immunitarie

I rimedi naturali utili nella prevenzione delle malattie da raffreddamento sono quelli che potenziano le naturali difese immunitarie del nostro corpo.

Le piante medicinali maggiormente utilizzate come immunostimolanti sono l'Uncaria, l'Echinacea e il Ribes nero.

L’Uncaria(Uncaria tomentosa) è un arbusto rampicante che cresce spontaneo nelle foreste amazzoniche, dove è conosciuta come “Uña de Gato” (unghia di gatto). I “Curanderos” brasiliani e peruviani usano le foglie per infuso, ma soprattutto la corteccia per decotti, nella prevenzione e cura di malattie reumatiche infiammatorie. La corteccia dell’Uncaria possiede proprietà immunostimolanti, antivirali, antinfiammatorie e antimutagene. L'attività anti-infiammatoria dell'Uncaria è dovuta alla combinazione di alcaloidi e derivati dell'acido chinovico In fitoterapia è utilizzata nel trattamento delle malattie infiammatorie articolari, nelle deficienze immunitarie, in presenza di infezioni virali e nella prevenzione e cura delle malattie da raffreddamento invernali. La sua assunzione potenzia e rinforza il sistema immunitario in quanto stimola la produzione di anticorpi.

L’Echinacea (Echinacea angustifolia) viene usata come stimolante delle difese immunitarie nella prevenzione delle infezioni delle prime vie respiratorie e supporto a terapie correlate. E' una pianta molto nota agli indiani d’America. Essa infatti è originaria delle praterie del Nord America ed è stata scoperta dai coloni europei che ne osservarono l’uso fra le tribù indiane per guarire dai morsi dei serpenti ed insetti velenosi, e per combattere la tosse, i raffreddori e tutti i sintomi legati alla stagione invernale. L’Echinacea è ricca di polisaccaridi che le conferiscono proprietà immunostimolante. Un’assunzione regolare di Echinacea permette di prevenire e curare i sintomi delle malattie da raffreddamento e delle malattie infettive.

Il Ribes nero (Ribes nigrum) ha proprietà stimolanti per le difese dell'organismo, vermifugo, tonico nervino, diuretico ed è considerato un ottimo alleato nelle profilassi dell'influenza. Le proprietà del ribes nero,comuni un po' a tutti i frutti di bosco, sono attribuili sopratutto alla ricchezza in vitamina C e antocianosidi.

Scelte di benesssere

Una buona abitudine può portare a grandi cambiamenti. Settembre spesso è il mese dei buoni propositi: ci promettiamo di rallentare il ritmo quando serve, di mangiare meglio e ricaricati dall'energia estiva ci impegniamo a introdurre tra le abitudini, l'esercizio fisico. Passo dopo passo risultati di questo tipo si possono ottenere! Non bisogna mai scoraggiarsi, basta solo scegliere il benessere adatto al nostro stile di vita!

Articolo scritto da Silvia Abati - Naturopata